TOP

Canale Italia – Prof. Trimarchi spiega l’importanza del Riflessometro.

Durante la trasmissione televisiva Oggi su Canale Italia del 08/01/2012 in collegamento telefonico il Prof. Michele Trimarchi , psicologo, fondatore della neuropsicofisiologia negli anni ’70-’80 e presidente ISN (INTERNATIONAL SOCIETY OF NEUROPSYCHOPHYSYOLOGY) di Roma spiega l’importanza di applicare un sistema come il Riflessometro nelle autovetture e non solo, per poter prevenire gli incidenti stradali ed avere una maggiore consapevolezza delle proprie capacità psicofisiche e psicomotorie.

Share
Leggi Tutto
TOP

Comunicato Stampa della Provincia di Treviso

Dopo la prima nazionale a marzo 2011 del Riflessometro,  congegno innovativo per rilevare l’insufficiente idoneità psicofisica alla guida,  oggi è stato presentato il nuovo sistema Brain Reflex Control – BRC per Guida Sicura e viene illustrata l’applicazione del Riflessometro ai mezzi di lavoro. Ad illustrare, il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro e l’ideatore Giorgio Marcon.

 

“In Italia, nel 2010 il totale degli infortuni (dati Inail) relativamente all’uso di mezzi e alla circolazione stradale sono stati 53.679, i casi mortali 269, mentre lungo il percorso casa-lavoro-casa gli infortuni sono stati 88.629 e i decessi 244. A Treviso nello stesso ambito nel 2010 gli infortuni sono stati 3.108, i decessi 9, lungo il percorso casa-lavoro-casa 1.787, decessi 5.Non bisogna mai abbassare l’attenzione per quanto riguarda la sicurezza stradale. E’ per questo che da anni la Provincia di Treviso mette a bilancio fondi considerevoli da destinare alle strategie per la sicurezza stradale, con un impegno ancor più massiccio negli ultimi anni.  Un investimento consistente in progetti e azioni di prevenzione e in opere pubbliche: 5 milioni per il Progetto Sicurezza Stradale e oltre 500 milioni  per la viabilità. Inoltre, abbiamo firmato una convenzione con le Forze dell’Ordine per la creazione di un centro di monitoraggio dati, un unico punto di raccolta delle rilevazioni d’incidenti in Provincia di Treviso. Recentemente la Provincia di Treviso è stata insignita del Premio “Targa Blu”, su segnalazione dell’Istat. Si tratta di un premio volto a rendere il giusto merito agli Enti Proprietari delle Strade che si siano distinti, sia in Italia, che all’estero, per aver contribuito allo sviluppo ed alla realizzazione di una maggiore sicurezza sulle strade ed al miglioramento della mobilità, attraverso iniziative che perseguano l’obiettivo primario della riduzione del numero delle vittime e dei feriti causati dalla circolazione stradale. Ma l’impegno della Provincia è molteplice: ecco che nel caso del riflessometro l’istituzione pubblica diventa promotore di uno studio tecnologico e d’innovazione da applicare anche in campo pratico sul fronte della sicurezza stradale” ha spiegato il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro che ha anche presentato i recenti dati sull’incidentalità nella provincia di Treviso.
Share
Leggi Tutto
TOP

Automobilista.it – Il riflessometro cresce bene

Volante Riflessometro

Due chiacchiere al volo con Giorgio Marcon, capofila del Coordinamento nazionale per la sicurezza a 360 gradi, consulente dell’Unione nazionale consumatori, protagonista di crociate contro le truffe dei T-Red e degli autovelox, ma soprattutto inventore del riflessometro contro la guida in stato d’ebbrezza.

Giorgio, in breve, come funziona il riflessometro anti-alcol?
“Prima di accendere l’auto, esegui un test di 10 prove del riflessometro: si accende una luce random, devi schiacciare il pulsante, alla fine hai il punteggio che va da 1 a 10 in base alla regolarità e alla rapidità nel premere il pulsante. Un sistema che viene già utilizzato in neurologia per capire i riflessi di una persona. Il tempo di reazione per le persone comuni, va da 150 a 300 millisecondi, all’accendersi della luce e premere il pulsante; per i professionisti, invece va da 150 a 250 il tempo di reazione, cioè l’attenzione deve essere più accentuata. Se il tuo risultato sarà da 1 a 3, l’auto non si accende; se sarà di 4, l’auto viaggerà a una velocità massima di 70 km/h; col 5, massima di 90 km/h; e col 6, massima di 110 km/h; superiore a 6, alla velocità prestabilita dall’auto nel rispetto del Codice della strada”.
(continua…)

Share
Leggi Tutto
TOP

Parlamento, approvato il pacchetto sulla sicurezza stradale

Il Parlamento europeo rinnova per il decennio 2011-2020 la sfida di ridurre entro dieci anni del 50% il numero delle vittime sulla strada. E lo fa con il voto sulla relazione del membro del Ppe, Dieter Lebrecht Koch. Che propone nuove misure e fa una lunghissima serie di richieste alla Commissione: dall’armonizzazione di cartelli e codici, alla regolazione più attenta dei tassi alcolici, fino alle aree di sosta e ai limiti di velocità.

“Questa relazione – spiega ad Euractiv.it l’onorevole Antonio Cancian, tra i più influenti membri della commissione Trasporti del Parlamento Ue – fa particolare riferimento alla sinergia e al coordinamento che devono essere caratteristiche principali dell’azione futura nel settore della sicurezza stradale, rendendo protagonisti tutti gli attori istituzionali europei, nazionali e locali”.

Secondo Cancian, in generale, “si tratta di un testo di indirizzo per le politiche di sicurezza che prevede molte proposte, dimostrando una volta di più la forte volontà politica di affrontare la sfida della riduzione delle vittime della strada tenendo in considerazione tutti gli aspetti che concorrono a garantire maggiore sicurezza”.
(continua…)

Share
Leggi Tutto
TOP

Monza apre in grande stile la stagione 2011

Il testimonial del progetto ARWS Riflessometro, alla prima gara si è qualificato secondo

Share
Leggi Tutto