TOP

Comunicato Stampa della Provincia di Treviso

Dopo la prima nazionale a marzo 2011 del Riflessometro,  congegno innovativo per rilevare l’insufficiente idoneità psicofisica alla guida,  oggi è stato presentato il nuovo sistema Brain Reflex Control – BRC per Guida Sicura e viene illustrata l’applicazione del Riflessometro ai mezzi di lavoro. Ad illustrare, il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro e l’ideatore Giorgio Marcon.

 

“In Italia, nel 2010 il totale degli infortuni (dati Inail) relativamente all’uso di mezzi e alla circolazione stradale sono stati 53.679, i casi mortali 269, mentre lungo il percorso casa-lavoro-casa gli infortuni sono stati 88.629 e i decessi 244. A Treviso nello stesso ambito nel 2010 gli infortuni sono stati 3.108, i decessi 9, lungo il percorso casa-lavoro-casa 1.787, decessi 5.Non bisogna mai abbassare l’attenzione per quanto riguarda la sicurezza stradale. E’ per questo che da anni la Provincia di Treviso mette a bilancio fondi considerevoli da destinare alle strategie per la sicurezza stradale, con un impegno ancor più massiccio negli ultimi anni.  Un investimento consistente in progetti e azioni di prevenzione e in opere pubbliche: 5 milioni per il Progetto Sicurezza Stradale e oltre 500 milioni  per la viabilità. Inoltre, abbiamo firmato una convenzione con le Forze dell’Ordine per la creazione di un centro di monitoraggio dati, un unico punto di raccolta delle rilevazioni d’incidenti in Provincia di Treviso. Recentemente la Provincia di Treviso è stata insignita del Premio “Targa Blu”, su segnalazione dell’Istat. Si tratta di un premio volto a rendere il giusto merito agli Enti Proprietari delle Strade che si siano distinti, sia in Italia, che all’estero, per aver contribuito allo sviluppo ed alla realizzazione di una maggiore sicurezza sulle strade ed al miglioramento della mobilità, attraverso iniziative che perseguano l’obiettivo primario della riduzione del numero delle vittime e dei feriti causati dalla circolazione stradale. Ma l’impegno della Provincia è molteplice: ecco che nel caso del riflessometro l’istituzione pubblica diventa promotore di uno studio tecnologico e d’innovazione da applicare anche in campo pratico sul fronte della sicurezza stradale” ha spiegato il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro che ha anche presentato i recenti dati sull’incidentalità nella provincia di Treviso.

L’ideatore Giorgio Marcon ha illustrato il dispositivo ed ha presentato l’applicazione del Riflessometro ai dispositivi con sistema operativo iOS (iPod Touch, iPhone e iPAD). Per effettuare il test verrà visualizzato sullo schermo del dispositivo per 10 volte consecutive l’auto con il sistema ARWS. Il tempo intercorso dall’apparizione dell’immagine al tocco dello schermo sarà utilizzato per calcolare la media e quindi individuare il livello dei riflessi dell’utente.

Il Brain Reflex Control è un dispositivo innovativo atto a rilevare l’insufficiente idoneità psicofisica conseguente ad assunzione di alcool, droghe, psicotici, farmaci o stanchezza del guidatore. Il Riflessometro misura i riflessi del guidatore stabilendone la sua abilità o inabilità alla guida. I risultati del Riflessometro consentono di determinare non solo la idoneità o la non idoneità alla guida: essendo dotato di una scala di misurazione dei riflessi, potrebbe essere usato per determinare la velocità massima consigliata ad ogni guidatore in funzione del livello di riflessi definito nel test. Lo strumento consiste in un test di misurazione dei riflessi del guidatore. Tale sistema prevede molteplici misurazioni sequenziali e conseguente elaborazione statistica, del lasso di tempo che intercorre tra uno stimolo visivo e una conseguente reazione motoria di azionamento volontario tramite movimento della mano.

Sicurezza stradale in Europa per il 2011- 2020 – Strasburgo, 27/09/2011

E’ stata votata in plenaria la relazione sulla Sicurezza stradale in Europa per il 2011- 2020, che rinnova l’obiettivo di ridurre del 50% entro il 2020 il numero delle vittime sulla strada. Si tratta di un testo di indirizzo per le politiche di sicurezza che prevede molte proposte, dimostrando una volta di più la forte volontà politica di affrontare la sfida della riduzione delle vittime della strada tenendo in considerazione tutti gli aspetti che concorrono a garantire maggiore sicurezza.

L’Assemblea ha individuato come necessaria l’introduzione per legge sistemi automatici che analizzino lo stato psicofisico del guidatore e intervengano sull’accensione del veicolo, impedendola in caso di abuso di alcool o di sostanze stupefacenti.

La Provincia di Treviso è dunque sempre all’avanguardia in questo settore.

Treviso, 28 Ottobre 2011

Fonte: http://www.provincia.treviso.it/

Share

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>