TOP

Volante con Riflessometro – Spiegazioni utilità

Progetto Sicurezza a 360°

Giorgio Marcon
Coordinatore Tecnico del Coordinamento Nazionale
Per la Sicurezza a 360° Consulente Tecnico Unione Nazionale Consumatori
Tel.: 340-8126754 – fax: 0422-771749
email: gio@elmercatin.com http://www.elmercatin.com

Volante con Riflessometro

  1. Per la Sicurezza su strada, con riduzione esponenziale d’incidenti, per guida in assenza d’idoneità psicofisica, causata da assunzione di alcol, droghe, psicotici, farmaci, pure la stanchezza e i colpi di sonno, telefonino, fumo e il controllo della velocità del veicolo.
  2. Per la sicurezza sul lavoro, con riduzione incidenti e morti bianche, sia per la responsabilità del titolare d’azienda e per il lavoratore.
  3. Per la Salute, ogni soggetto esegue più test giornalieri, così, potrà accorgersi di un calo di riflessi, se continuati, potrà riscontrare se vi siano problemi di salute o conoscere le proprie capacità.
  4. Per i controlli, in Italia, esistono oltre quaranta milioni di automobili, ogni guidatore accende la sua auto per spostarsi una media di 7-8 volte il giorno, per un totale di oltre 300 milioni di accensione, diventeranno tutti controlli in prevenzione, che potranno inibire l’accensione, o ridurre la velocità in base alla propria idoneità psicofisica. Mai le forze dell’ordine potranno eseguire una quantità così enorme di controlli su strada prevenendo incidenti. Questo metodo, darà responsabilità a ogni conducente, lo renderà consapevole del suo stato di salute ed efficienza psicofisica, il tutto in automatico, grazie al report incorporato.
  5. Tutti questi autocontrolli in automatico, potranno ridurre gli incidenti su strada e sul lavoro fino al 90%, inoltre, si potranno “svelare” patologie di salute, nascoste, in anticipo con il riscontro per riduzione dell’idoneità psicofisica.
  6. Attraverso i controlli su strada, si potranno identificare i guidatori a rischio.
  7. Si potranno avere patenti personalizzate.
  8. Si potranno avere molti altri risultati che svelerò man mano che il progetto sarà abilitato all’uso.
  9. Tutti i progetti, come “BERE CONSAPEVOLE”, determinano che l’unico strumento che potrà fare reale prevenzione e verificare la vera e la non idoneità psicofisica è il riflessometro e potrà essere utilizzato in ogni settore, a un costo che si aggirerà sui 50-60 euro all’industria. Altro che scatola nera o altri strumenti vari, servirà solo in caso d’incidente per verificarne le cause, di certo non prevenirle.
Share

1 comment. Leave a Reply

  1. Pier Franc esco

    Egregio Consulente
    Sig. Giorgio Marcon,

    condivido la Sua lodevole campagna in favore dell’adozione del “volante di guida” munito di riflessometro sui veicoli a motore.
    E’ un ottimo strumento per fare vera sicurezza nella circolazione stradale; infatti serve per verificare e quantificare l’esatta idoneità psico-fisica degli autisti nel momento in cui si mettono alla guida, arrivando anche a non permettere la messa in moto del mezzo in caso di condizioni non sufficientemente idonee per: stanchezza, sonnolenza, abuso di alcool, di droghe, assunzione di particolari medicinali, ecc.
    Infatti la prova dei riflessi effettuata con il riflessometro per il conseguimento delle patenti superiori, é stato adottato e reso obbligatorio già dal 1996.
    L’impiego dello speciale volante é concreta garanzia per la sicurezza stradale e solleverebbe, in parte, gli organi di polizia nei controlli con l’etilometro, strumento dimostratosi a livello scientifico anomalo e quindi poco attendibile come mezzo di prova certa.
    L’aggiunta poi di una “scatola nera” all’apparato del volante, sarebbe anche una valida garanzia per i conducenti, per il controllo di certe apparecchiature automatiche sanzionatrici attivate da quegli enti interessati più a far cassa che sicurezza.
    La presente é un invito a perseguire nella Sua lodevole iniziativa, perfettamente in sintonia con l’art.1 del Codice della Strada che ha, come volontà primaria la sicurezza nella circolazione stradale.
    Complimenti e cordiali saluti.

    Geom. Pier Francesco Milanese
    (iscritto all’albo dei CTU del Tribunale di Modena)

    Li, 28.09.2010

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>